8

RUTH NICHOLS

Scorri
per esplorare
Fu l’unica pilota donna a detenere contemporaneamente i record mondiali di velocità, altitudine e distanza.
1901-1960
Quando Ruth Rowland Nichols entrò nella cabina di pilotaggio del suo aereo “Flying Furnace” il 14 febbraio 1931 alle ore 16, indossava una pesante tuta da volo, stivali foderati e, al posto del casco, una sciarpa viola attorno alla testa. L’aviatrice decollò e spinse il suo rumoroso velivolo a motore diesel fino all’altitudine record di 6.074 m (19.928 piedi) prima che i due cilindri esplodessero. Con una temperatura esterna di -15 °C (5 °F), Nichols dovette mantenere il sangue freddo e ricorrere alla sua bombola d’ossigeno. Alla fine riuscì a far atterrare il suo Lockheed Vega in sicurezza all’aeroporto Floyd Bennett Field nei pressi di New York. Per portare a termine la sua impresa si affidò a un orologio Longines, suo compagno di viaggio in tutti i suoi principali voli dal 1931 in poi.

A quei tempi Ruth Nichols era una delle più celebri “fly girls”. Il suo coraggio e il suo spirito audace fecero di lei un’icona nazionale. La sua carriera iniziò nel 1924, quando divenne la prima donna pilota di idrovolanti con licenza negli Stati Uniti. Molti desideravano volare a quei tempi, ma solo pochi privilegiati riuscivano a farlo. Nel 1928 gli Stati Uniti contavano una popolazione di ventinove milioni di donne, ma quelle in possesso di una licenza di volo erano meno di dodici ed erano spesso derise o ignorate. Nondimeno Ruth Nichos pilotò ogni tipo di aereo mai costruito e ricevette l’abilitazione per i dirigibili, gli alianti, gli autogiri, gli aerei terrestri e gli idrovolanti, gli aerei anfibi, i mono e biplani, gli aerei bimotore e quadrimotore e i jet supersonici.
Nichols e il suo istruttore di volo furono i primi a volare senza scalo da New York a Miami nel 1928. Nel dicembre del 1930 batté il record di tempo detenuto da Charles Lindbergh attraversando gli Stati Uniti in volo in 13 ore e 21 minuti. L’anno successivo Nichols divenne la prima donna a detenere il record internazionale di altitudine (8.761 m - 28.743 piedi), velocità (339 km/h - 210,7 mph) e distanza (3.182 km - 1.977 miglia). Alla fine del 1932 Ruth Nichols divenne la prima pilota donna di una compagnia aerea di linea per la New York and New England Airways. Questa donna energica fondò nel 1939 il Relief Wings, un servizio aereo civile dedicato ai voli di soccorso e d’emergenza che prestò assistenza alla Pattuglia Aerea Civile durante la Seconda Guerra mondiale.

Ruth Nichols s’impegnò anche in altre cause umanitarie. Organizzò una missione di sostegno per l’UNICEF, che comprendeva il fare da pilota per un giro intorno al mondo nel 1949. In 1958 Nichols co-pilotò un jet Delta Dagger e raggiunse i 1.600 km/h (1.000 mph ) e l’altitudine di 51.000 piedi (15.545 m), stabilendo il nuovo record femminile di velocità e di altitudine all’età di cinquantasette anni.



Sommario