12

HOWARD HUGHES

Scorri
per esplorare
Il magnate statunitense Howard Hughes, dopo essere stato un acclamato produttore cinematografico, divenne un pilota detentore di record nonché una figura influente nell’industria dell’aviazione.
Il Lockheed Model 14-N2 Super Electra di Howard Hughes giunse al Floyd Bennett Field di Long Island, New York, il 14 luglio 1938 alle ore 14:34 .
1905-1976
Nel luglio del 1938, l’uomo più veloce in volo impiegò appena 3 giorni, 19 ore e 14 minuti per circumnavigare il globo a bordo del suo Lockheed Super Electra: Howard Hughes superò il precedente record di quasi quattro giorni. Quando Hughes e il suo equipaggio si fermarono per il rifornimento di carburante all’aeroporto di Le Bourget, nei pressi di Parigi, Longines in Svizzera ricevette il seguente telegramma dalla sua filiale francese: “Aereo di Howard Hughes dotato esclusivamente di cronometri e cronografi da aviazione Longines.” Hughes giunse finalmente all’aeroporto Floyd Bennett Field nei pressi di New York dopo aver percorso una distanza di 23.818 km (14.800 miglia) intorno all’emisfero boreale.

Per Hughes, ai comandi del suo Lockheed, gli orologi rappresentavano strumenti essenziali. Il Longines Siderograph, inventato nel 1936 per agevolare la navigazione aerea in piena espansione, non indicava il consueto tempo civile, bensì il tempo siderale espresso in angolo orario, minuti e minuti d’arco. Il tempo siderale misura la rotazione della Terra rispetto alle stelle, e non al Sole, permetteva ai piloti di determinare la posizione del loro velivolo di notte oppure in volo sul mare prima dell’avvento dei moderni strumenti GPS. Longines dotò il Siderograph del movimento più preciso che la Maison realizzava a quei tempi, inserendolo in una cassa in alluminio temprato. Questo materiale si era rivelato particolarmente adatto al settore dell’aviazione per via della sua leggerezza e delle sue proprietà antimagnetiche.
Howard Hughes fu sia un aviatore appassionato sia un costruttore di aerei con la sua società, la Hughes Aircraft. Il 13 settembre 1935 Hughes stabilì il record di velocità di 566 km/h (352 mph) a bordo del suo elegante velivolo terrestre H-1-Racer in California. Questa fu l’ultima volta nella storia in cui il record mondiale di velocità di volo fu stabilito con un aereo costruito da un privato. Un anno e mezzo dopo, il 19 gennaio 1937, Hughes registrò un nuovo primato transcontinentale di velocità volando senza scalo da Los Angeles a Newark in 7 ore, 28 minuti e 25 secondi. La sua velocità media al suolo durante il volo fu di ben 518 km/h (322 mph).

Howard Hughes era rimasto orfano da giovane: a sedici anni aveva perso la madre e due anni dopo il padre. Nel 1925 il giovane Hughes ereditò l’attività del padre, un’azienda che produceva trivelle per l’industria petrolifera. Negli anni successivi, grazie alle sue imprese e ai suoi investimenti, Hughes riuscì a far moltiplicare il patrimonio di famiglia. Fu produttore cinematografico e imprenditore nel settore dell’aviazione, delle compagnie aeree, dell’elettronica, dei media, dell’industria, del settore immobiliare e delle trivellazioni petrolifere. Fu uno degli uomini più ricchi del suo tempo, ma anche un filantropo che si spese per l’assistenza sanitaria e la ricerca medica. Più tardi Hughes fece parlare di sé per il suo comportamento eccentrico e si ritirò a vita privata. La star di Hollywood e amica di lunga data di Hughes Ava Gardner scrisse nella sua autobiografia che l’aviatore di successo era “terribilmente timido, completamente enigmatico e più eccentrico ... di chiunque [lei] avesse mai incontrato.”
1905
24 dicembre: Howard Hughes nacque a Harris County in Texas (USA).
1930
15 novembre: Hughes produsse e realizzò il film “Hell’s Angels”, una storia legata all’aviazione e ambientata durante la guerra; fu uno dei primi film d’azione sonori. Oltre cento velivoli furono utilizzati durante le riprese.
1935
13 settembre: ai comandi del suo aereo H-1, Hughes registrò il primato di velocità con un velivolo terrestre di 566 km/h (352 mph) sul percorso di prova nei pressi di Santa Ana in California.

1937
19 gennaio: Hughes batté il proprio record di velocità transcontinentale: decollò da Burbank, in California e atterrò 7 ore, 28 minuti e 25 secondi più tardi a Newark, in New Jersey, raggiungendo la velocità media al suolo di 518 km/h (322 mph).
1938
14 luglio: Howard Hughes stabilì un nuovo record di velocità volando intorno al mondo a bordo del suo Lockheed 14 N Super Electra in 3 giorni, 19 ore e 14 minuti.
Il Longines Siderograph permetteva ai piloti di navigare con l’ausilio delle stelle. Questo modello si trovava a bordo del velivolo di Howard Hughes durante il suo volo da record intorno al mondo nel luglio del 1938.
Howard Hughes a bordo di un aereo Northrop Gamma all’aeroporto di Newark, New Jersey il 14 gennaio 1936.
Sommario