13

RICHARD BYRD E FLOYD BENNETT

Scorri
per esplorare
L’ufficiale della Marina degli Stati Uniti e il capo pilota furono i primi a esplorare l’Antartide.
1929
Il pianeta non era ancora stato completamente scoperto ed esistevano ancora remote zone di terra ghiacciata dove nessun uomo aveva osato avventurarsi. Nessuno prima di Richard Byrd, luogotenente della Marina degli Stati Uniti . Quando decollò da Spitsbergen alla scoperta del Polo Nord il 9 maggio 1926, era consapevole dei pericoli che stava per affrontare. Sapeva anche che avrebbe dovuto sorvolare un terreno ghiacciato e inospitale, privo di punti di riferimento. Insieme al suo capo pilota Floyd Bennett, esplorò la regione del Polo Nord durante un volo di oltre 15 ore. Una perdita d’olio nel motore li costrinse a fare marcia indietro prima del previsto e probabilmente non raggiunsero il vero Polo Nord. Ciò nonostante di ritorno negli Stati Uniti furono accolti come eroi nazionali.

Richard Byrd proseguì l’esplorazione dei territori vergini. Nel 1928 Byrd annunciò una spedizione nell’ultimo continente sconosciuto: l’Antartide. Alcuni industriali statunitensi tra cui Edsel Ford e John D. Rockefeller fornirono il sostegno finanziario al suo progetto.

Nell’ottobre del 1928 Byrd e il suo equipaggio si diressero verso sud e atterrarono in Antartide sul tavolato di ghiaccio chiamato Barriera di Ross, dove stabilirono la loro base. Battezzarono le “Rockefeller Mountains” e chiamarono “Mary Byrd Land” una regione ancora ignota, in onore della moglie di Byrd.
Il venerdì 29 novembre 1929 Byrd e il suo equipaggio decollarono con il loro velivolo Ford Trimotor dal campo base “Little America”. Per raggiungere il Polo Sud l’esploratore dovette percorrere 1.290 km (800 miglia). Byrd navigava con l’ausilio di una bussola solare e di cronografi Longines. Sotto di loro sfilava un paesaggio accidentato fatto di ghiacciai, massicci e crepacci, tra cui svettava la catena montuosa della Regina Maud, che raggiunge i 3.350 m (11.000 piedi). Per portare il loro aereo sopra le alte cime, l’equipaggio dovette ridurre il carico e gettare bidoni di carburante vuoti e chili di preziose provviste di cibo. Alla fine riuscirono a superare la catena montuosa con un minimo margine e qualche ora dopo Byrd e il suo equipaggio furono i primi uomini a sorvolare il Polo Sud. Il volo durò quasi 19 ore, con un unico scalo per il rifornimento di carburante.

Dopo questa impresa, la manifattura di orologeria svizzera di Saint-Imier ricevette il seguente radiogramma: “Gli strumenti Longines e i cronometri forniti dalla società Wittnauer di New York hanno reso un servizio altamente soddisfacente. Con tutta la nostra riconoscenza, la spedizione antartica Byrd.”

Byrd intraprese altre quattro spedizioni nell’Antartide, sopportando talvolta temperature tra -50 e -60 °C (-58 °F e -76 °F) da solo in una stazione meteorologica, e fu promosso contrammiraglio per i suoi successi.
Richard Byrd e il suo equipaggio effettuarono il primo volo verso il Polo Nord il 9 maggio 1926 a bordo di questo Fokker F.VII.
Sommario