27

IN PISTA CON RENAULT

Scorri
per esplorare
Il team corse francese fu un pioniere nell’introduzione del motore turbo in Formula 1, con Longines in qualità di partner per il cronometraggio.
Gran Premio d’Italia 1984: Patrick Tambay (F) a bordo della Renault RE50.
1981-1985
Nei primi anni 1980 Longines fu partner sia di Ferrari sia del team Renault. La casa automobilistica francese introdusse in Formula 1 il pionieristico motore turbo nel 1977. Il turbocompressore sfrutta la pressione e l’energia della corrente dei gas di scarico caldi per caricare e creare più potenza e coppia. La cilindrata del motore, a quei tempi, era limitata a 1,5 litri per i motori turbo, invece dei soliti 3 litri. Nei primi tempi i motori delle vetture gialle Renault finirono spesso in fumo. Nel 1979 il team Renault sembrò finalmente essersi lasciato alle spalle la fase sperimentale e disputò la sua prima stagione completa, conquistando la prima vittoria al Gran Premio di Francia. Il 23 gennaio 1981 Renault Sport e Longines siglarono un accordo che sanciva una stretta collaborazione. La casa automobilistica francese beneficiò del supporto tecnico degli esperti svizzeri di cronometraggio per preparare le vetture e formare i tecnici durante gli eventi di Formula 1 e i rally. I motori turbo godettero di costanti miglioramenti, a tutto vantaggio dell’affidabilità, e diventarono più potenti dei loro avversari. Fu l’inizio di una nuova era: messo a punto il motore, i Turbo Renault si rivelarono praticamente imbattibili.
Fortunatamente il pilota francese di grande talento Alain Prost si unì al team corse Renault. Nel luglio 1981 al Gran Premio di Francia i cronometristi Longines registrarono il giro più veloce di Prost, che vinse la sua prima gara. La vettura in livrea gialla conquistò la pole position in ognuna delle cinque gare successive, con Prost sul gradino più alto del podio in Olanda e in Italia e secondo in Germania. Tuttavia le avarie del motore erano ancora frequenti e, nel frattempo, la Ferrari aveva sviluppato il proprio motore turbo. Nel 1983, con un motore di oltre 800 cavalli, Prost segnò punti dopo punti e si aggiudicò il podio per quattro volte. Il pilota francese rimase in testa al campionato per gran parte della stagione e sarebbe riuscito a diventare campione del mondo se il turbo della sua vettura non lo avesse tradito al 35° giro della gara finale in Sud Africa: per due soli due punti il titolo fu di Nelson Piquet con la sua Brabham-BMW. La stagione 1985 fu l’ultima per il team Renault che con lo sviluppo del suo motore turbo aveva avuto un enorme impatto sulla Formula 1. Numerose squadre continuarono ad applicare questa ingegneria pionieristica e negli anni successivi Prost vinse su altre monoposto, diventando campione del mondo per quattro volte.
Gran Premio d’Austria 1981: Alain Prost a bordo della Renault RE30 ottiene il secondo miglior tempo nella sessione di qualifiche.
La prima vittoria: Alain Prost, Gran Premio di Francia (Digione) 1981.
Sommario