Skip to main navigation Skip to content

Notizie

  • 06/07/2020

    La corsa piana

    Fancy Blue, la nuova regina del Prix de Diane Longines

    Tenutasi nel maestoso ippodromo di Chantilly il 5 luglio 2020, la 171a edizione del Prix de Diane Longines ha visto trionfare Pierre-Charles Boudot in sella a Fancy Blue. Il fantino francese si è aggiudicato la vittoria per il secondo anno consecutivo, in seguito al trionfo nel 2019 con Channel. Al secondo posto, Alpine Star e Stéphane Pasquier, seguiti da James Anthony Heffernan in sella a Peaceful. L’addestramento in Irlanda è ciò che accomuna le tre puledre vincitrici. In qualità di sponsor titolare e cronometrista ufficiale dell’evento, Longines ha avuto l’onore di celebrare la performance di Fancy Blue omaggiando con eleganti orologi i proprietari, l’allenatore e il fantino. L’orologio ufficiale del Prix de Diane Longines 2020 La Maison ha colto l’occasione di questa edizione del Prix de Diane Longines per presentare la collezione Longines DolceVita. Fin dalla sua creazione nel 1997, questa collezione si è rivelata un’ode alla dolce vita italiana. Un connubio di sole, tranquillità e accoglienza, momenti di spensieratezza nella terrazza della piazza del paese, passeggiate tra le vie di Roma e relax in riva al mare. Ispirata a un modello storico degli anni Venti e caratterizzata da una cassa rettangolare, questa linea si è evoluta negli anni senza mai perdere la propria identità.

  • 27/07/2019

    La corsa piana

    King George Day, Longines Handicap Stakes 2019

    Sabato 27 luglio, in occasione del King George Day, Longines ha avuto l’onore di festeggiare la vittoria di Redarna al Longines Handicap Stakes for Lady Riders all’ippodromo Ascot, di cui il marchio orologiero svizzero è partner e cronometrista ufficiale.   La fantina vincitrice, Emma Sayer, i proprietari, l’allenatrice e il palafreniere hanno ricevuto un elegante segnatempo presentato dai rappresentanti Longines.   All’apertura della giornata, Longines ha avuto l’onore di registrare i tempi della vittoria di Enable e del fantino Frankie Dettori alla King George VI and Queen Elizabeth QIPCO Stakes.   In tale occasione, Longines ha avuto anche il piacere di presentare al pubblico l’orologio ufficiale del King George Day: un modello in acciaio e oro della collezione Record. Connubio perfetto di eccellenza orologiera artigianale ed eleganza classica, ciascun modello della linea presenta un movimento che include un bilanciere-spirale in silicio monocristallino dalle proprietà uniche e ha ottenuto la certificazione di “cronometro” da parte dell’istituto di Contrôle officiel suisse des chronomètres (COSC).

  • 14/07/2019

    La corsa piana

    Longines Handicap de la Fête Nationale

    Il 14 luglio 2019, Longines ha avuto l’onore di misurare i tempi della vittoria di Calaconta e Eddy Hardouin al Longines Handicap de la Fête National, presso l’ippodromo Longchamp di Parigi. In questa occasione, gli spettatori hanno potuto scoprire l’orologio ufficiale dell’evento: un modello della collezione HydroConquest. Abbinando l’eccellenza tecnica e la tradizionale eleganza – i tratti distintivi del brand dalla clessidra alata – questa linea sfoggia una lunetta sublimata da inserti in ceramica colorata che aggiungono un tocco di lucentezza e uno stile moderno.

  • 28/07/2018

    La corsa piana

    King George Day, Longines Handicap Stakes

    Longines ha avuto l’onore di ricoprire il ruolo di sponsor e cronometrista ufficiale del Royal Racecourse mettendo a disposizione per il King George Day il suo innovativo sistema di cronometraggio. Inaugurato con successo lo scorso giugno durante il Royal Ascot, questa tecnologia ultra precisa genera dati istantanei sull'esatta posizione dei cavalli durante una corsa, sulla classifica della gara, sulla distanza tra i cavalli e sulla loro accelerazione e decelerazione. Ma non è tutto: misura anche la distanza percorsa dai cavalli e quella restante durante la gara. Altra peculiarità interessante riguarda l’assenza di installazioni permanenti nell’ippodromo: questo sistema, infatti, si basa esclusivamente sui dati satellitari, consentendo così agli ippodromi situati in luoghi storici o immersi nella natura di dotarsi di questa tecnologia avanzata.   La Longines Handicap Stakes for Lady Riders, altro evento clou per Longines, ha visto trionfare Gina Andrews in sella a Cliffs of Capri, premiata insieme ai proprietari Melbourne 10 Racing, all'allenatore Jamie Osborne e allo stalliere del team, con degli eleganti segnatempo del brand come riconoscimento per la straordinaria performance.   In qualità di orologio ufficiale del King George Day, Longines ha acceso i riflettori su un modello della collezione Conquest V.H.P. “Very High Precision”, un nuovo traguardo nella tecnologia al quarzo che unisce precisione estrema, tecnicità elevata e un look sportivo, contraddistinto dall'eleganza unica del marchio. Questo segnatempo in acciaio dal raffinato quadrante argento è dotato di un movimento esclusivo Longines celebre per il suo alto grado di precisione per un orologio analogico (± 5 secondi/anno) e per la sua capacità di reimpostare le lancette dopo un urto o l'esposizione a un campo magnetico.   La passione di Longines per gli sport equestri risale a oltre 140 anni fa. Già nel 1878, il brand ha realizzato un cronografo recante l’incisione di un fantino e del suo cavallo. Il modello, apparso sulle piste fin dal 1881 e diventato subito estremamente popolare tra fantini e appassionati di cavalli, consentiva di misurare le prestazioni con una precisione al secondo. La partecipazione di Longines agli sport equestri include gare di salto a ostacoli, corse in piano, gare di resistenza, di attacchi, dressage e concorsi completi. Longines ha deciso di sostenere gli sport equestri poiché illustrano perfettamente i valori fondamentali del marchio: tradizione, performance ed eleganza.

  • 24/07/2018

    La corsa piana

    La famiglia Magnier e Aidan O’Brien riceveranno il Longines e IFHA International Award of Merit 2018

    La cerimonia di premiazione vedrà la partecipazione di Juan-Carlos Capelli, Vice Presidente e Direttore del Marketing Internazionale Longines, di Louis Romanet, Presidente della IFHA (Federazione Internazionale delle Autorità Ippiche) e di Brian Kavanagh, CEO di Horse Racing Ireland. In qualità di Sponsor titolare e Orologio ufficiale della IFHA, nel 2013 il brand svizzero e la IFHA hanno creato insieme l’Award of Merit, allo scopo di celebrare pubblicamente personalità di spicco del panorama equestre per il loro prezioso contributo nel settore ippico.   MV Magnier, rappresentante della famiglia Magnier, ha dichiarato: “Siamo estremamente grati a Longines e alla Federazione Internazionale delle Autorità Ippiche per questo riconoscimento che, sebbene porti il nome Magnier, noi sappiamo bene di far parte di una famiglia ben più grande a Ballydoyle che comprende i nostri partner, gli Smith, i Tabor e tutti gli O’Brien. Grazie di cuore a tutti”.   Aidan O’Brien ha aggiunto: “Ringraziamo la famiglia Magnier, gli Smith e i Tabor per il loro contributo nel rendere Ballydoyle com’è oggi. Siamo lieti di poter collaborare con persone fantastiche come loro che fanno di tutto per ottenere il meglio da ogni cavallo e apprezziamo moltissimo il continuo e incessante supporto ricevuto da tutto il team di Ballydoyle. Grazie a tutti per il vostro infaticabile impegno”.   Kavanagh, anche vice presidente dell’IFHA, ha commentato: “Sono molto orgoglioso di vedere che i premiati di oggi provengono dall’Irlanda ma hanno ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo. Originaria della contea di Tipperary, la famiglia Magnier ha saputo costruire un impero mondiale impareggiabile e riconducibile a tantissime stelle equine a livello internazionale. I partner di Coolmore possono considerare Aidan O’Brien il miglior allenatore del mondo e detentore di un record mondiale dopo i successi dello scorso anno, grandi imprese che promuovono il volto dell’Irlanda come leader globale nell’allevamento e nelle corse. Auguro alla famiglia Magnier, ad Aidan, Annemarie e alla loro famiglia tutto il meglio per il futuro”.   Il nome Coolmore è sinonimo di successi globali ad altissimi livelli, sia in qualità di ente per l’allevamento che per le corse, ed è il frutto dell’unione delle forze tra John Magnier, l’allenatore di Ballydoyle Vincent O’Brien e il magnate Robert Sangster avvenuta negli anni Settanta. Il primo vincitore riconducibile a questa collaborazione è stato The Minstrel nell’Epsom Derby del 1977, mentre il primo cavallo di spicco allevato è stato Sadler’s Wells, un purosangue da corsa di altissimo livello che a fine carriera ha riscritto la storia risultando primo per 14 anni nella lista di stalloni in Gran Bretagna e Irlanda.   Magnier è sposato con Susan, figlia di Vincent O’Brien e insieme hanno cinque figli: Tom, Kate, JP, MV e Sammy Jo; dopo il ritiro di O’Brien e la morte di Sangster, ha acquisito sia Ballydoyle che Coolmore.   Aidan O’Brien (non imparentato con Vincent) nel 1996 è diventato allenatore di Ballydoyle e in quell’anno, Desert King di Coolmore ha messo a segno la prima vittoria in piano nel Gruppo 1 nella National Stakes del Curragh. O’Brien aveva ottenuto la sua prima licenza di allenatore nel 1993 e ha iniziato la carriera con i cavalli della National Hunt, fra cui con il leggendario Istabraq, figlio di Sadler’s Well.%break%Un altro figlio di Sadler’s Well, Galileo di Coolmore, avrebbe poi consegnato a O’Brien la prima di sei vittorie nell’Epsom Derby, prima di laurearsi uno dei migliori stalloni della storia. Nel 2016, Minding, figlia di Galileo e Cavallo europeo dell’anno, regala a O’Brien la sua 250° vittoria di Gruppo/Grado 1 in piano conquistando la Qipco 1000 Guineas di Newmarket, mentre nel 2017, Highland Reel, figlio di Galileo, Consegna a O’Brien la 300° vittoria di Gruppo/Grado 1 (piano e National Hunt) portando a casa la Prince of Wales’s Stakes del Royal Ascot, cronometrata da Longines.   Lo scorso anno, con 28 vittorie di Gruppo/Grado 1, O’Brien ha battuto il record del mondo per numero di vittorie in una singola stagione conquistate da un allenatore, migliorando il traguardo delle 25 vittorie ottenuto da Bobby Frankel nel 2003. Per tutte le stagioni a partire da 1999 è stato incoronato allenatore irlandese campione in piano in termini di premi in denaro vinti e ha conquistato gare di Gruppo/Grado 1 in tutto il mondo, fra cui Australia, Canada, Francia, Gran Bretagna, Hong Kong, Irlanda, Italia, Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti, e la maggior parte delle vittorie di O’Brien nelle principali corse sono state contrassegnate dai colori dei partner di Coolmore.   O’Brien e sua moglie Annemarie hanno quattro figli, Joseph, Sarah, Ana e Donnacha, tutti fantini. Nel 2012, O’Brien e Joseph sono diventati la prima coppia allenatore-fantino/padre-figlio a conquistare con Camelot di Coolmore la Epson Derby. Nel 2018, Joseph, oramai diventato allenatore, ha sconfitto il padre nell’Irish Derby con Latrobe condotto dal fratello Donnacha.   Fra i precedenti vincitori del Longines e IFHA International Award of Merit citiamo Yutaka Take, la famiglia Romanet, Jim Bolger, Alec Head, Seth Hancock e il defunto Marcel Zarour Atanacio.   La Maison Longines Longines è stata fondata nel 1832 in Svizzera, a Saint-Imier. La Maison vanta una lunga esperienza e una solida tradizione all'insegna dello sport, dell'eleganza e della performance. Nel corso degli anni, Longines ha instaurato legami forti e duraturi con il mondo dello sport, attraverso numerose esperienze come cronometrista ufficiale di campionati mondiali e partner di federazioni sportive internazionali. La Maison, nota per l’eleganza dei suoi segnatempo, fa parte di Swatch Group S.A., il primo marchio produttore di orologi a livello mondiale. Il marchio dalla clessidra alata attualmente dispone di punti vendita in oltre 150 paesi.   Informazioni sull’IFHA La Federazione Internazionale delle Autorità Ippiche (IFHA) è l’organo di rappresentanza a livello mondiale nel settore delle corse ippiche sportive internazionali di purosangue. I suoi 60 membri comprendono enti ippici nazionali di tutto il mondo che organizzano corse per purosangue.   Fra le aree principali di intervento della IFHA citiamo: Realizzazione e modifica dell’accordo International Agreement on Breeding, Racing and Wagering (IABRW). Sviluppo di politiche connesse al benessere e alla sicurezza di cavalli e fantini Organizzazione e classificazione delle gare internazionali (“black type”) Classifiche mondiali Sostanze equine proibite e prassi Armonizzazione delle regole giornaliere delle corse Promozione dello sviluppo commerciale internazionale del settore ippico   La IFHA è membro fondatore della Federazione Equestre Internazionale (FEI) della International Horse Sports Confederation ed è affiliata all’Organizzazione mondiale della sanità animale (OIE).

  • 29/07/2017

    La corsa piana

    King George Day, Longines Handicap Stakes – Ascot

    Sabato 29 luglio Katie Walsh in sella a Georgian Bay ha vinto il Longines International Handicap Stakes ad Ascot. Il team vincente ha ricevuto un'elegante creazione Longines per la straordinaria performance da Maxime de Turckheim, Brand Manager di Longines UK. L’evento clou della giornata, il King George VI And Queen Elizabeth Stakes, ha visto il trionfo di Enable.

  • 14/07/2017

    La corsa piana

    Mahati e Vincent Cheminaud trionfano al Longines Handicap de la Fête Nationale

    Il 14 luglio l'ippodromo di Saint-Cloud ha ospitato l’evento FG Garden Party – Juddmonte Grand Prix de Paris e le sue otto corse in piano. Vincent Cheminaud, in sella a Mahati, ha tagliato per primo il traguardo della seconda gara della giornata, la Longines Grand Handicap de la Fête Nationale. Inoltre, gli ospiti del FG Garden Party hanno avuto l'opportunità di scoprire l’orologio ufficiale dell’evento, un nuovo modello della collezione Longines Master caratterizzato da un quadrante blu con finitura a raggi di sole. Le sue affascinanti variazioni cromatiche sono perfettamente in linea con lo spirito classico e sobrio di questa collezione. L’elegante segnatempo, che racchiude un movimento meccanico a carica automatica, è completato da un cinturino in alligatore blu.