Skip to main navigation Skip to content

Peter Bol, campione australiano degli 800 metri, entra a far parte del team Longines per i Giochi del Commonwealth 2022.

Giochi del Commonwealth

27/07/2022

La Maison è lieta di annunciare che Peter Bol, talentoso mezzofondista australiano, è entrato a far parte del team Longines per i Giochi del Commonwealth 2022. Specialista degli 800 metri, Peter detiene il record nazionale in questa disciplina e si è contraddistinto sulle piste di Rio e Tokyo. Eppure, il talento australiano ambisce a risultati ancora più fenomenali. Siamo lieti di accogliere questo straordinario atleta.

Superare le avversità

Peter Bol ha un'ambizione audace: diventare il più grande mezzofondista degli 800 metri al mondo. E osservando il nuovo membro del team Longines per i Giochi del Commonwealth 2022, nessuno dubita del raggiungimento di questo suo ambizioso obiettivo. La storia di Peter è avvincente. Da bambino, si trasferisce con la sua famiglia dal Sudan in Australia. A Perth, si distingue per le sue straordinarie doti da cestista ma gli viene anche chiesto di gareggiare nella squadra di atletica della scuola. Vinceva puntualmente ogni gara, finché gli insegnanti non lo convincono a lasciare il basketball per indossare a tempo pieno le scarpe da corsa. Nel 2015 vince gli 800 metri maschili nella categoria juniores e da quel momento non si è più fermato. Peter non vede l'ora di arricchire la sua eredità, continuando a perseguire senza sosta il suo obiettivo in occasione dell'evento di Birmingham ad agosto.

" Conoscere la persona oltre ogni pregiudizio"

Peter Bol è uno di quei rari atleti che si distingue al di là della pista, del campo o dei suoi successi sportivi. Le sue vittorie hanno alimentato l'immaginazione dei suoi connazionali Australiani, che non vedono l'ora di scoprire i prossimi record che Peter batterà e di assistere alle sue conquiste future.

Peter parla spesso di cosa abbia significato per lui trasferirsi in un altro Paese e avere l'onore di rappresentarlo nelle più prestigiose scene mondiali. Afferma: "Penso che gli individui non debbano essere identificati come rifugiati, migranti o simili... Bisogna conoscere la persona oltre ogni pregiudizio".

Da anni Peter Bol ribalta gli stereotipi, supera gli ostacoli e batte ogni tipo di record, in linea con una tendenza confermata anche lo scorso giugno in occasione della Diamond League di Parigi, dove l'atleta ha stabilito un nuovo tempo personale di 1:44 negli 800 metri, battendo il suo stesso record nazionale australiano. E il meglio deve ancora venire!